Smart content: tutto ciò che puoi personalizzare con HubSpot

HUBSPOT
Smart content: tutto ciò che puoi personalizzare con HubSpot

 Si dice che nella vita il tempismo è tutto. Ebbene, lo stesso discorso vale anche per quelle aziende che, tramite un sito web o le email, forniscono al giusto utente il giusto contenuto nel giusto momento. Ma poiché nessun marketer si è ancora dotato della sfera di cristallo per fare previsioni aziendali, come è possibile raggiungere questo risultato nel modo più semplice e veloce possibile?

La risposta è in due parole: smart content. Con questa definizione si intendono quei contenuti che si adattano maggiormente alle caratteristiche degli utenti che ne fruiscono. Nessun contenuto statico, insomma, che è lo stesso che appare di default su un sito o in una mail non “smart”, ma testi e immagini che meglio rispondono alle necessità dell’utente, restituendogli così un’esperienza di navigazione davvero unica e personalizzata.

Per farlo, è indispensabile che tu abbia a tua disposizione alcune informazioni sul visitatore della tua pagina web: queste ultime posso provenire dall’IP di navigazione, dal tipo di dispositivo utilizzato ma anche da quelle notizie che un lead ha lasciato nel form di contatto una volta atterrato sulla landing page di riferimento.

 

I software per i contenuti smart

Non è difficile intuire che lo strumento di cui ti devi necessariamente servire per realizzare contenuti smart è un software: sul mercato ne esistono tanti, ma HubSpot rappresenta quello che meglio riesce a portare a termine gli intenti “smart” dei marketer grazie all’utilizzo integrato del CMS e del CRM.

 

Se vuoi approfondire le tue conoscenze relative all'Inbound Marketing non  esitare, scarica subito la nostra guida gratuita!  <https://contenuti.dmep.it/conosci-linbound-marketing-1>

 

Ma, giunto a questo punto, la domanda sorge spontanea: quali contenuti posso rendere smart con l’utilizzo di HubSpot? Come abbiamo accennato poco fa, gli smart content non sono solo i copy di pagine web quali landing page e thank you page. Essi si possono trovare anche nelle email che vengono inviate sotto forma di newsletter o workflow, nei copy dei campi dei form tramite cui puoi raccogliere tutte le informazioni che desideri sui tuoi lead e in quelli delle call-to-action.

Qui sotto abbiamo raccolto tutto ciò che puoi personalizzare con il software di marketing automation più famoso al mondo, con una breve indicazione sul miglior utilizzo di ciascun contenuto smart all’interno della tua strategia di marketing. Cosa aspetti, dunque? Iniziamo!

 

Contenuti smart per website, landing page e thank you page

Ogni utente che apre la home page del tuo sito porta con sé una serie di peculiarità che lo distinguono da tutti gli altri: per questo a ognuno di loro andranno indirizzati contenuti che possano essere davvero utili alle singole necessità. Ma come si fa se quello che è capitato sulla tua home è un utente nuovo di cui sai ben poco?

HubSpot ti permette di fargli vedere contenuti che si adattino a parametri quali:

  • la nazionalità (guardando al Paese d’origine determinato dall’indirizzo IP);
  • il tipo di tipo di dispositivo (sia esso smartphone, tablet o computer);
  • le fonti referral in base alle quali hanno trovato il tuo sito;
  • la loro lingua (impostata nel browser del visitatore).

Qualora il tuo utente sia già un lead del quale hai alcune informazioni di base, invece, puoi proporgli contenuti diversi in base alla sua lista di appartenenza nel CRM o alla sua collocazione all’interno del lifecycle stage.

 

 

contenuti_personalizzati_lista_CRM

 

 

Smart CTA

Grazie alle call-to-action un utente viene indirizzato in modo facile e veloce verso quelle offerte che meglio rispondono alle sue necessità. Per farlo, ogni CTA dovrà essere dotata di un contenuto smart: HubSpot ti consente di scegliere tra diverse opzioni per fare in modo che le tue call-to-action si rivolgano solo a certi segmenti di pubblico. I parametri tra i quali potrai scegliere sono gli stessi che abbiamo visto per i testi delle pagine web.

 

 

call_to_action_hubspot

 

 

Progressive field del form

Ogni form rappresenta una miniera di informazioni sui lead che potranno essere utilizzate sia dai marketer sia dai sales. Ma cosa significa rendere “intelligente” un form? Facile: se un cliente (o potenziale tale) ha già visitato il tuo sito web, avendo quindi già compilato i campi di questa modulo, il software lo riconoscerà e sarà in grado di proporgli nuove domande per raccogliere informazioni di cui non sei ancora in possesso.

Non solo. Avendo già in memoria certi dati, il form accoglierà l’utente chiamandolo per nome, dandogli per davvero il benvenuto.

 

come_creare_un_form_personalizzato_su_hubspot

 

 

Smart content per email

L’obiettivo delle email che mandi è fornire ai lead informazioni che siano davvero utili alle loro necessità ed è qui che entrano in gioco gli smart content.

Questi ultimi, infatti, ti permettono di inviare messaggi destinati a persone che potrai chiamare per nome e contenenti link di contenuti che spingano l’utente a procedere all’interno del buyer’s journey, ma anche di creare newsletter personalizzate paragrafo per paragrafo.

 

come_creare_email_personalizzate_su_hubspot
 
 
 
 
Richiedi una consulenza gratuita con un nostro esperto cerficato

 

 

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?