DMEP Blog Pubblicità

Super Bowl 2014: spot pubblicitari tra sentimenti e polemiche

Se da questa parte dell’Atlantico fervono i preparativi per l’apertura ormai imminente delle Olimpiadi Invernali di Sochi, in terra americana si è appena concluso l’evento sportivo dell’anno che riunisce milioni di statunitensi - ma anche di spettatori di tutto il mondo - davanti alla tv: stiamo parlando del Super Bowl.

leggi tutto

I migliori spot del 2013

Tra le prime ghiacciate, le corse del sabato pomeriggio in centro in cerca di regali e i preparativi per il pranzo di Natale, ci accorgiamo che il 2013 è ormai agli sgoccioli. Momento di buoni propositi per iniziare al meglio il 2014; ma, prima di questo, è tempo di tirare le somme, di fare un bilancio dell’anno che si sta per chiudere. E ognuno, giustamente, lo fa a modo suo.

leggi tutto

Su Facebook arrivano gli spot come in TV

Ogni nuova invenzione che si rispetti prevede il suo affermarsi sulla scena e il suo tentativo di spodestare chi, la scena, la dominava fino a quel momento. Questa regola vale anche per i social media che, nella nascita e nella crescita, hanno minato all’esistenza dello strumento che esercitava un dominio incontrastato nella comunicazione di massa, ovvero la televisione. Ad eccezione di qualche sporadico episodio collaborazionista, il rapporto tra social network e TV è sempre stato conflittuale e ha visto come principale oggetto del contendere l’attenzione del pubblico, specialmente da un punto di vista pubblicitario.

leggi tutto

Umorismo e marketing

“A ridere la gente è subito pronta, e quelli che ridono li si ha dalla propria parte”. È corretto presupporre che nel 1831, quando Schopenhauer pronunciò queste parole,  egli non si stesse rivolgendo a degli esperti di marketing pubblicitario; tuttavia, nei decenni seguenti questa massima pare essersi convertita in una regola d’oro di ogni agenzia pubblicitaria.

leggi tutto

La pubblicità nociva: il caso del junk food

È largamente condiviso che la pubblicità possa essere divertente, scandalosa, irriverente, sentimentale, fastidiosa, ingannevole, avvincente, piatta, geniale... ma può arrivare ad essere addirittura nociva per la salute? Sì, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. È notizia di questi giorni l’accusa rivolta dall’ente internazionale contro le aziende che producono e distribuiscono junk food (ovvero cibo spazzatura).

leggi tutto

La memoria lunga della pubblicità

Attraverso quelle attività mentali che identifichiamo come memoria noi immagazziniamo informazioni, immagini, associazioni e sensazioni. Ogni nostra funzione, cognitiva e non, è scandita dal ricorso più o meno estensivo alle nostre riserve mnemoniche. In ambito pubblicitario tener conto dei meccanismi che influiscono ricordi e richiami mentali è fondamentale per lavorare a rendere il più efficaci possibile le inserzioni. La memoria è considerata un fattore cruciale della psicologia della pubblicità, in quanto rappresenta il primo elemento da cui innescare una comunicazione prolungata col destinatario.

leggi tutto

PUBBLICITÀ

Articoli recenti