VOUCHER DIGITALIZZAZIONE

Dal 30 gennaio 2018 le micro, piccole e medie imprese potranno accedere a dei benefit economici stanziati dal Ministero per lo Sviluppo economico. L'obiettivo? Digitalizzare l'azienda ed ottimizzare i processi interni.

2_CRM

Voucher digitalizzazione per l'installazione di un software per il CRM

Leggi l'articolo

Il cliente è la risorsa più preziosa per la tua azienda. Adotta un CRM sfruttando i vantaggi del bonus del MiSE.

Scopri le modalità di accesso al bonus.

Digitalizzazione_processi_aziendali.jpg

Voucher digitalizzazione per il miglioramento dei processi aziendali

Leggi il nostro articolo

Il miglioramento dei processi aziendali è fondamentale per far crescere il business.

Scopri come fare grazie al voucher digitalizzazione.

Imprese_e_tecnologie_digitali.png

Lo stato della digitalizzazione in Italia

All’inizio del 2017 Confartigianato Imprese ha pubblicato uno studio che ha preso in considerazione l’interazione tra le nuove tecnologie e le PMI durante tutto il 2016. Le componenti coinvolte all’interno di questa indagine sono state diverse: spesa per ICT, banda larga, produttività aziendale, ecommerce, fatturazione elettronica e molte altre.

Il 26% delle imprese e tecnologie digitali presenti nel grafico sulla sinistra, tuttavia, non è trasversalmente ed equamente distribuito tra tutti i settori. Dal grafico sottostante emerge che il 47,7% delle aziende digitalizzate opera nel settore meccanico, il 28,5% appartiene al settore delle telecomunicazioni ed il restante 24,4% si divide tra gli altri ambiti lavorativi.

settori digitali.png

Molte imprese, dunque, nonostante conoscano il potere della digitalizzazione, rifiutano di ammodernare i propri processi. Questo “no” categorico può essere dovuto a diversi fattori: per esempio, la scarsità di capitali da investire in miglioramenti, l’assenza di esperti in materia all’interno dell’azienda in grado di consigliare le migliori strategie, o anche, più semplicemente, la scarsa conoscenza delle potenzialità di questo strumento.

Eppure i vantaggi derivanti dall’introduzione del digitale nei processi interni sono sotto gli occhi di tutti, proprio come emerge dallo stesso report di Confartigianato Imprese.

Come si può evincere dal grafico, le aziende che hanno digitalizzato i propri processi interni sono riuscite ad introdursi in nuove fette di mercato sia nazionali sia internazionali. Non solo: hanno aumentato il numero di clienti ed hanno ampliato i propri settori di competenze. Questo è successo anche alle aziende non digitalizzate, ma in una percentuale nettamente inferiore.

benefici_digitalizzazione.png

Il progetto del MiSE: come funziona?

Proprio sulla scia di questi risultati positivi, il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha avviato un progetto che prevede la concessione di voucher per la digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese italiane così come previsto dal decreto legge 145/2003 (conosciuto anche con il nome “Destinazione Italia”).

In sostanza, il regolamento - disponibile sul sito del Ministero - prevede lo stanziamento di 100 milioni di Euro - suddivisi in voucher da massimo 10mila Euro - da utilizzare per la digitalizzazione dei processi aziendali. Dalle ore 10 del 30 gennaio alle ore 17 del 9 febbraio 2018 sarà possibile fare domanda al MiSE per accedere al voucher.

 

Quali sono i criteri di ammissione?

voucher_digitalizzazione_mise.jpg


Come accennato, possono richiedere il voucher le micro, piccole e medie imprese. Il Ministero ha dettato una serie di
parametri per definire gli appartenenti alle mPMI:

  • Si definiscono micro, le imprese che hanno meno di 10 unità effettive di lavoro all’anno (ULA), un fatturato inferiore o pari a 2 milioni di Euro o, in alternativa, un bilancio annuo inferiore ai 2 milioni di Euro.
  • Sono piccole, le imprese con meno di 50 unità di lavoro annuali, un fatturato o un bilancio annuo inferiore o pari a 10 milioni di Euro.
  • Si definiscono medie imprese, le aziende con meno di 250 unità lavorative all’anno, un fatturato inferiore (o pari) a 50 milioni di Euro oppure un bilancio inferiore ai 43 milioni.

Ulteriore obbligo per le mPMI è quello di essere iscritte al Registro delle imprese: per questa ragione anche tutti gli studi o i liberi professionisti che svolgono la propria attività sotto tale forma possono accedere al voucher. Esistono, tuttavia, alcune limitazioni per quanto riguarda le aziende che operano nel settore agricolo o ittico, ma esse vanno valutate caso per caso.

Quali sono i termini di utilizzo?

Il voucher, una volta richiesto, non verrà rilasciato immediatamente dal Ministero. Per questa ragione è opportuna prestare la dovuta attenzione: le spese ammissibili potranno essere sostenute solo dopo l’assegnazione del voucher. Tutte quelle antecedenti alla pubblicazione sul sito del MiSE non verranno integrate. Una volta ottenuto, il voucher non è eterno! Va infatti utilizzato entro sei mesi dalla pubblicazione sul sito istituzionale.

E se lo chiedono in troppi?

Il Ministero ha previsto anche questa eventualità. La cifra totale stanziata è stata ripartita tra le varie regioni italiane: nel caso in cui una regione abbia più capitali di quanti richiesti dalle imprese, questi verranno spostati in altre aree dove si crea invece una domanda maggiore. Nel caso in cui, invece, non ci fossero ulteriori capitali da redistribuire, il Ministero provvederà a ripartire equamente il valore dei singoli voucher. 

voucher_pmi.jpg

Fino ad ora abbiamo parlato degli aspetti più burocratici di questo progetto. Ma, di fatto, che cosa si può acquistare con questo voucher per la digitalizzazione delle mPMI? partiamo dal presupposto che i progetti finanziabili con il progetto devono avere questi scopi:

In pratica si possono acquistare hardware e software per migliorare i processi aziendali. Tra questi troviamo: CRM (Customer Relationship Management), utile per la gestione della clientela, strumenti per la marketing automation - che consentono la gestione di campagne online in maniera automatizzata su più canali di comunicazione - software gestionali ERP e non, e molto altro.

In più, grazie a questo bonus, si può investire in nuove infrastrutture per permettere di accedere a modalità di lavoro in via telematica e garantire, così, maggiore flessibilità ai propri dipendenti.

voucher_per_ecommerce

Quali costi sono compresi? Come nei casi precedenti possono essere acquistati software o hardware per garantire la sicurezza delle transazioni online e per migliorare il proprio shop in rete a livello di user experience. Inoltre è concesso l’utilizzo del voucher digitalizzazione anche per la definizione di quelle strategie di comunicazione e promozione per l’ecommerce che comprendano l’utilizzo dei social media.

Per quanto riguarda le spese per installare la banda larga e ultralarga, sono inclusi i costi di attivazione del servizio (che bisogna sostenere una sola volta) e quelli per la costruzione dell’impianto per la fruizione della nuova connessione. C’è anche la possibilità di includere nel voucher le spese per l’acquisto e l’attivazione di strumenti satellitari per connettersi alla rete internet.

All’interno dei costi compresi dal progetto del MiSE troviamo anche quelli relativi alla formazione qualificata nel campo ICT del personale. In effetti, adottando nuove misure tecnologiche, si rivela necessario formare i propri dipendenti in modo da renderli capaci di utilizzare al meglio gli strumenti introdotti in azienda. Questo significa che il voucher potrà ricoprire anche i costi per la partecipazione ai corsi di formazione.

voucher_dm&p.jpg

La nostra agenzia può accompagnarti durante tutto il percorso di digitalizzazione dell’azienda a cominciare dalla burocrazia. Possiamo, infatti, aiutarti a presentare la domanda con le corrette modalità e la documentazione necessaria entro i termini previsti dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Ma Del Monte & Partner non è solo burocrazia e scartoffie! Siamo un’agenzia che opera con successo nell’ambito del marketing digitale tanto che, proprio quest’anno, abbiamo vinto il premio “L’Italia che comunica le proprie Agenzie” di UNICOM (Unione Nazionale Imprese di Comunicazione).

Siamo specialisti nella comunicazione sui canali online, in particolare applichiamo strategie di ottimizzazione SEO, content marketing, inbound marketing ed email marketing: approcci diversi che hanno in comune l’attenzione per l’utente finale.

Ci siamo lanciati anche nel complesso mondo dell’ecommerce attraverso la realizzazione e la promozione di shop online, utilizzando le migliori piattaforme attualmente sul mercato.

Per ultimo, ma non per questo meno importante, possiamo anche formare il personale attraverso incontri con i nostri esperti di settore.

Spendere il proprio voucher con noi, significa affidarsi ad un partner che ti segue passo passo nel complesso processo di digitalizzazione dell’azienda; che ascolta non solo le tue esigenze ma anche quelle dei tuoi clienti finali e dei tuoi dipendenti garantendoti risultati strabilianti. 

 

scopri_come_richiedere_il_voucher_digitalizzazione