5 modi per fare lead generation nel settore dell’alimentazione biologica

BIO | LEAD GENERATION
5 modi per fare lead generation nel settore dell’alimentazione biologica

Non puoi avere clienti se prima non hai lead: contatti interessati al tuo prodotto o servizio che decidono di lasciarti i loro dati personali (ad esempio, nome e indirizzo email). Proprio perché il rapporto nasce volontariamente da un reale interessamento, sono coloro che più facilmente potrai convincere ad acquistare nel tuo negozio, attraverso attività mirate nel tempo come l’email marketing.

Ma facciamo un passo indietro: in che modo puoi intercettare e acquisire la tua lista di contatti?

Non esistono regole universali, ogni settore ha le sue logiche. Se lavori nell’ambito dell’alimentazione biologica, devi tener conto della specificità di questo mercato: il tuo pubblico di riferimento è composto da persone che fanno del bio un vero e proprio stile di vita. Sono consumatori consapevoli che vogliono prodotti al cento per cento naturali perché fanno bene al corpo e alla mente. Prima di ogni acquisto si informano, condividono opinioni, cercano consigli su come vivere in modo sano e combattere i problemi di salute con rimedi naturali, anche attraverso ciò che mangiano. Lo strumento principale in questa fase conoscitiva è il web.

 

Prenota il tuo appuntamento con noi presso SANA 2018:  ti offriamo una consulenza gratuita per far crescere la tua azienda alimentare  bio!

 

Da visitatori a potenziali clienti: il lead magnet

La strategia per generare contatti sta nel trovare un “magnete” che attiri gli utenti verso di te proprio come una calamita e che li convinca a condividere con te qualcosa di molto importante: i loro dati personali. Siccome i consumatori bio cercano informazioni, questo è ciò che devi essere in grado di dare loro come oggetto di scambio. I contenuti devono essere pertinenti con i loro bisogni, oltre che affidabili e di qualità. Se non hanno queste caratteristiche o sono mera pubblicità dei tuoi prodotti, non servono a nulla.

In concreto quello che devi fare è predisporre sul tuo sito una landing page: una pagina di atterraggio in cui offri ai visitatori il tuo lead magnet, che come abbiamo detto deve essere un contenuto informativo utile. Ad esempio: una guida, un’infografica, un e-book o un whitepaper. La landing page deve contenere anche un form di contatto: solo dopo aver inserito le informazioni personali richieste, gli utenti possono accedere al download dei materiali. Ecco che lo scambio è fatto e il lead acquisito. Da questo momento, potrai “nutrire” il rapporto con lui per trasformarlo in un cliente fedele.

 

Alimentazione biologica: gli strumenti per fare lead generation

Esistono diverse tecniche per portare traffico qualificato sul tuo sito e, più nello specifico, sulla tua landing page. Ecco quali sono i più efficaci:

  1. Blog aziendale: oltre al sito o all’e-commerce per la promozione e la vendita dei tuoi prodotti, devi aprire un blog in cui pubblicare periodicamente articoli che soddisfino le richieste informative dei lead. I testi devono essere creati in ottica SEO e contenere le parole chiave legate al settore alimentare bio. In questo modo gli utenti possono trovarti quando effettuano ricerche su Google e, una volta sul blog, li potrai indirizzare verso il tuo website.
  2. Social network: è fondamentale che la tua attività abbia un account sui social più importanti, come LinkedIn, Facebook e Instagram. Sappi che oggi rappresentano la fonte primaria per reperire informazioni e sciogliere dubbi in ambito health care: per questo motivo non possono essere ignorati da chi opera nel biologico. Puoi usare la tua pagina social per condividere e dare maggiore visibilità agli articoli del tuo blog, così da veicolare traffico aggiuntivo sul sito aziendale.
  3. Advertising: la pubblicità sul web, come Facebook ADS o Google AdWords, rappresenta sicuramente un metodo diretto e immediato per intercettare il tuo pubblico. Grazie alla possibilità di targetizzazione, sei sicuro di inviare i contenuti giusti alle persone giuste, aumentando l’efficacia della tua attività e le probabilità di conversione.
  4. Webinar: si tratta di conferenze online che puoi organizzare per approfondire determinati temi “caldi” per il tuo target. Essendo un evento gratuito che ha luogo sul web puoi raggiungere una moltitudine di contatti presentandoti come esperto del settore. Un altro elemento interessante è la possibilità da parte dei partecipanti di porti domande e chiederti consigli in diretta su argomenti di cui sei competente. Alla fine del webinar, invita gli utenti a visitare il tuo sito, seguire le tue pagine social oppure iscriversi alla newsletter.
  5. Fiere: anche se fin qui abbiamo parlato di strumenti online per generare lead, non dimentichiamoci dei metodi più tradizionali, che nel settore alimentare continuano ad avere un ruolo importante. I consumatori bio sono sempre alla ricerca di novità, vogliono essere costantemente aggiornati e cercano momenti di confronto diretto con i produttori.

 

Non perdere l’opportunità di conoscere esperti del settore a SANA 2018, la fiera più importante in Italia dedicata all’alimentazione biologica. L’evento si terrà come ogni anno a Bologna, dal 7 al 10 settembre: un’occasione per presentare le ultime novità della produzione naturale bio, ma anche un momento per affrontare argomenti importanti legati alla salute e alla cura del corpo e per conoscere il proprio pubblico.

Vuoi far crescere la tua azienda alimentare bio? Incontraci a SANA 2018

 

 

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?