Pay-per-click: 5 motivi per usarlo

PAY-PER-CLICK | PPC
Pay-per-click: 5 motivi per usarlo

Al sentir parlare di campagne pay-per-click (PPC), molti marketer inbound potrebbero storcere il naso. L’inbound marketing si basa sull’idea di attrazione del potenziale cliente, attraverso la pubblicazione di contenuti di qualità e su misura, per i quali potrebbe appunto dimostrare un certo interesse. Quindi l’utilizzo di tecniche promozionali a pagamento, in apparenza più vicine all’approccio dell’interruzione che a quello dell’attenzione, potrebbero essere considerate come una sorta di scorciatoia lungo il percorso di indicizzazione e scalata dei posizionamenti sui motori di ricerca.
Tuttavia, le campagne PPC possono apportare un grande contributo nel processo di crescita di un’attività. Vediamo 5 ragioni principali:

 

1) Visibilità immediata

Uno dei grandi vantaggi del pay-per-click è che tutto avviene in tempo reale. L’impostazione di una campagna su Google AdWords non richiede generalmente più di un paio d’ore: basta selezionare una serie di parole chiave rilevanti, comporre su di essere un gruppo di annunci, impostare un budget giornaliero e selezionare i segmenti di pubblico a cui rivolgersi. A questo punto la campagna può prendere il via e il nome della vostra azienda sarà immediatamente visibile tra i risultati della rete di Google.

Un vantaggio non da poco rispetto ai tempi richiesti dalle pratiche inbound pure per apparire nei risultati di ricerca organica: ottimizzazione del sito per il seo, link building con siti autorevoli, ecc.

 

2) Boost Visibility for Poor Performing Keywords

Il pay-per-click non sostituisce le strategie SEO già in atto, ma le complementa. Magari contribuendo a migliorare il rendimento di alcune parole chiave poco performanti. Queste keyword lavorano bene attraverso la creazione di contenuti per un blog per esempio, ma tale lavoro richiede sempre dei tempi relativamente lunghi, oltre che un certo dispendio di energie.

Integrare un elenco di parole chiave presenti sul sito a un altro elenco di parole chiave presenti all’interno di una campagna AdWords garantisce una migliore presenza sul web.

 

3) Tracciabilità

La tracciabilità del mezzo stesso è una delle ragioni principali per cui il pay-per-click è diventato col tempo uno degli strumenti preferiti da molti marketer. Una campagna PPC ben organizzata fornisce una serie di statistiche dettagliate sulle impressioni, i click, le conversioni e molti altri dati utili.

Tutti i dati necessari ad analizzare l’andamento della campagna e a confrontare i risultati ottenuti con gli obiettivi prefissati in fase di pianificazione.

 

4) Scalabilità

Un altro vantaggio del PPC è la sua adattabilità ad ogni realtà aziendale, dalla piccola impresa locale alle grandi compagnie nazionali e internazionali. Non ci sono limiti minimi o massimi di budget: la stessa campagna può benissimo funzionare tanto con un budget giornaliero di 5 € quanto di 5 mila.

Inoltre, il PPC può aiutare un’azienda a crescere anche attirando nuovi clienti che poi potranno tornare per un secondo e un terzo acquisto senza dover passare dai click a pagamento, ma come clienti acqisiti e fidelizzati.

 

5) Segmentazione geografica

Infine, il pay-per-click è un ottimo strumento di segmentazione del pubblico. Offre alle aziende la possibilità di concentrare la propria attenzione su una precisa area geografica. Per molte attività commerciali, che lavorano all’interno di un territorio circoscritto, farsi pubblicità in tutto il Paese diventa un grande spreco di risorse; molto meglio invece poter scegliere di far visualizzare i propri annunci solo agli utenti connessi in una determinata regione o provincia.

 

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?