Blog: 4 trucchi per migliorare la produttività

ATTRAI
Blog: 4 trucchi per migliorare la produttività

Chiunque scriva o abbia scritto su di un blog si sarà ritrovato più di una volta a fissare e a farsi fissare dal cursore intermittente della pagina di testo, bianca, desolata. Una situazione abbastanza frequente e, diciamolo pure, davvero frustrante.

Il tuo blog avrà risultati migliori se adotti una strategia di Inbound Marketing. Scopri tutto ciò che c'è da sapere nella nostra guida!

 

Il blocco dello scrittore o del blogger, che deve proporre contenuti nuovi, interessanti, di qualità ogni giorno influisce in maniera negativa sulla nostra produttività ogni giorno. Per chi scrive per se stesso, per passione, la soluzione è a portata di mano e prende il nome di procrastinazione: una via maestra della creatività. Per tutti gli altri, che devono rendere conto di quanto prodotto in una giornata e sottostare a scadenze impellenti, possiamo consigliare alcune strategie che permettono di migliorare la produttività e la qualità della vostra attività di blogger aziendali.

 

1. Sempre connessi

Le idee più innovative nascono spesso dalle persone che sanno cosa accade nel mondo in tempo reale. Coloro sempre aggiornati sulle ultime novità in un determinato settore del mercato e dell’industria sono capaci di identificare oppurtunità e contraddizioni e, di conseguenza, adoprarsi per soluzioni ingegnose; per questo è importante perdere un po’ di tempo sui social media o blog autorevoli. Mantenersi sempre aggiornati fornisce una vasta gamma di suggerimenti, strumenti e link ad articoli interessanti che rispondono ai bisogni del vostro pubblico in modo attuale e professionale.

 

2. Tesi

Una volta finita la ricerca di informazioni, dovreste lasciare le vostre idee a marinare per un po’. A questo punto potete cominciare a fare una selezione dei concetti più interessanti e lavorare nella direzione di un argomento multidimensionale. Prima di iniziare la fase di scrittura, è importante stabilire cosa state per scrivere e in che modo volete farlo. Una pratica utile in questo senso consiste nell’individuare una frase che racchiuda l’obiettivo e l’intenzione del vostro contenuto complessivo, una sorta di tesi per chiarire la rotta da seguire. Considerate quali sono i benefici che i lettori potranno ottenere dalla lettura del vostro articolo. Utilizzate questa informazione per strutturare un titolo che definisca il valore del testo.

 

3. Gestione

Se la carne che avete messo al fuoco è troppa e non riuscite a barcamenarvi, forse potreste ricorrere a un software di gestione dei progetti. Avere più lavori aperti contemporaneamente non è poi così raro, oltre a una manciata di nuove idee, spunti, risorse. Invece di lasciare che le vostre attività vi sopraffacciano e vi consumino dentro, perché non appoggiarvi a una pagina interattiva dove è possibile organizzare gli incarichi e tracciare i progressi? Software come Trello e Basecamp, per esempio, permettono agli utenti di creare progetti condivisibili con più persone in cui inserire descrizioni, note, file, email, discussioni, link a risorse esterne e obiettivi con tanto di scadenze.

 

4. Immediatezza

A volte il problema non è tanto trovare l’idea e le parole giuste, ma riuscire a metterle nero su bianco. Evernote è una nota applicazione di scrittura progettata per organizzare le annotazioni, i documenti, le immagini e qualsiasi altro elemento utile alla creazione di contenuto. Il software offre inoltre una funzione di traduzione da parlato a scritto. Mentre molti di noi faticano a trovare un tono autentico per la propria scrittura, Evernote ci permette di esporre in modo diretto i nostri pensieri e registrarli sul foglio, così da garantire un risultato finale che rispecchi ciò che volevamo dire.

 

Richiedi una consulenza gratuita con un nostro esperto cerficato

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?