Come posizionare nel buyer’s journey i contenuti già presenti sul tuo blog

BUYER'S JOURNEY
Come posizionare nel buyer’s journey i contenuti già presenti sul tuo blog

Se anche tu segui la metodologia Inbound per la tua strategia di marketing, sai bene quale sia il valore dei contenuti nell’ottica di un intero piano. Se utili e ben scritti, infatti, essi rappresentano la base migliore da cui partire, oltre a seguire il buyer’s journey di un tuo potenziale cliente.

Sì, perché una volta entrato sul tuo blog, un utente ha bisogno di una serie di contenuti dallo spunto simpatico e dal testo fruibile per completare la sua trasformazione in un vero e proprio acquirente. Ma cosa succede se i testi di cui ti sei dotato non sono correttamente inseriti nel “viaggio” dei tuoi possibili clienti?

 

 

Non sai come adattare i tuoi contenuti alle diverse fasi del buyer's journey? Abbiamo realizzato un'infografica che fa al caso tuo! Scaricala gratuitamente cliccando qui!

 

 

La risposta viene da sé: una strategia si sfalda e cede sotto il peso della disorganizzazione. Per questo, anche se i contenuti sono già presenti sul tuo blog, è bene che tu li raggruppi secondo alcune regole ben precise all’interno di un inventario. Quest’ultimo ha un duplice scopo: il primo è quello di tenere in un’unica cartella quei file che rischiano di perdersi tra computer, memorie esterne e cloud. Il secondo è quello, se ben strutturato, di organizzare i contenuti secondo le esigenze dettate dal buyer’s journey.

Ma nella realtà dei fatti, come si fa? Di seguito puoi trovare un breve vademecum sui passaggi da compiere, tenendo in considerazione sia le tue necessità sia quelle dei tuoi clienti.

 

1. Riunisci tutti i tuoi contenuti

Il primo passo da compiere è quello di avere sotto mano tutti i contenuti che hai prodotto. Ci sono un sacco di posti dove potresti averli messi, accertati quindi di andarli a ripescare in uno di questi contenitori: unità condivise, cartelle, repository di contenuti e vari computer. Se, invece, ti servi di HubSpot butta un occhio anche su File Manager e Pages Report.

 

2. Crea un foglio di calcolo

Dopo aver raggruppato tutti i tuoi contenuti, è il momento di inserirli in un sistema che ti permetta di avere, per ogni articolo, una panoramica completa di ciò che vi è contenuto. Per farlo è sufficiente aprire un foglio (meglio un Excel, ma anche HubSpot fornisce un modello professionale) e, nelle varie righe, inserire valori di diverso tipo. Parliamo del numero della campagna per la quale quegli articoli sono stati pensati, i titoli dei singoli articoli, il formato del contenuto (se ebook, guida, infografica, testo o altro) e la fase del buyer’s journey in cui si trovano. Non dimenticare poi di inserire un elemento fondamentale, che è quello dell’identikit della buyer persona: per farlo, scrivi una sorta di “carta d’identità” della persona a cui ti stai riferendo e salvala in pdf. Allega poi ciascuna descrizione al foglio di calcolo che stai usando per i tuoi contenuti: potrai visionarla in qualunque momento nella pianificazione della tua strategia.

 

3. Mappa ogni contenuto nel buyer’s journey

Ora che hai passato le prime due fasi, sei arrivato a un punto focale della tua strategia di content: quello di mappare ogni contenuto all’interno del viaggio che il tuo acquirente farà. Come ben sai, in qualità di Inbound marketer il tuo obiettivo è proprio quello di consegnare il contenuto giusto alla persona giusta nel momento giusto. Per farlo, è importante tenere a mente alcuni elementi.

Per prima cosa, tieni sempre a mente in quale fase del journey i tuoi futuri clienti potrebbero trovarsi: consapevolezza, riflessione e decisione rispondono a comportamenti, motivazioni ed esigenze informative diverse che necessitano di contenuti specifici e strutturati ad hoc. Non solo. Un testo, per essere il più possibile introiettato, deve essere scritto utilizzando uno stile chiaro che, nei titoli e nelle parole chiave, faccia riferimento alle necessità degli utenti nelle fasi del “viaggio”. Ma deve anche esser presentato in un formato grafico gradevole che invogli a scoprire sempre qualcosa in più.

 

A questo punto non resta che fare un’analisi dei contenuti esistenti sulla base degli advice che abbiamo appena dato: i tuoi contenuti sono in linea con questo vademecum.

 

Infografica_Buyers_journey_un_contenuto_per_ogni_fase

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?