Inbound 2017: il mio secondo anno a Boston

EVENTI | INBOUND MARKETING
Inbound 2017: il mio secondo anno a Boston

Anche quest'anno sono venuto a Boston per l'evento annuale sull'Inbound Marketing organizzzato da HubSpot. A dire la verità, mi sento un po' anziano rispetto alle nuove leve che sono sbarcate in questa splendida città.

Dopo la sorpresa e la meraviglia dell'anno passato, non pensavo di andare incontro ancora a così tanti cambiamenti, a rivedere le mie convinzioni, le mie idee, a scoprire nuove strategie da implementare per i clienti e per modificare il modello di business dell'agenza.

Oggi si è tenuto il primo Partner Day a Boston (che apre Inbound 2017), che si aggiunge ai consueti appuntamenti continentali primaverili. La risposta è stata forte ed energica: 1900 professionisti sono accorsi qui da oltre 38 paesi.

Agencies

L'opportunità di fare networking, di scambiare epserienze, di capire come lavorano le altre agenzie che fanno il nostro lavoro nei 4 angoli del globo rende ogni incontro una fonte di possibili opportinutà di crescita.

La consapevolezza di lavorare in un settore sulla cresta del cambiamento dove un anno di lavoro equivale a decadi in altri settori è, se non ci si fa prendere dalla paura, una gioia incredibile.

L'Inbound sta cambiando sempre più e HubSpot adatta la sua metodologia e il suo software di conseguenza.

Inbound is evolving

I dati ci dicono che c'è stata un'esplosione incredibile nel settore dei software pensati per il reparto vendite aziendale.

Il bisogno delle imprese di strutturare il processo di vendita e di integrarlo negli sforzi di marketing, in modo da migliorare le performance commerciali globali, è diventato il traino centrale dell'attività, che non è più solo Inbound Marketing, ma comprende anche l'Inbound Sales. Non sono più due processi sganciati, ma diventano un solo processo collegato.

L'offerta Sales e CRM è stata ridisegnata per farla aderire ai cambiamenti del mercato. Tra le novità troviamo l'automation, che non è più solo marketing automation ma anche sales automation, la progressiva integrazione nell'AI all'interno del sistema, l'integrazione con i tool di Facebook (sia messenger sia le form dei lead), la possibilità di gestire in automatico i pubblici simili.

Le novità sono veramente tante, al punto che non mi è possibile fare un elenco adesso, ma quello che resta è la certezza di dover completare l'offerta ed i servizi dell'agenzia per migliorare ancora le performance e i risultati dei clienti.

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?