7 Modi per migliorare le pagine di ringraziamento

FAI AGIRE | DELIZIA | THANK YOU PAGE
7 Modi per migliorare le pagine di ringraziamento

I principi basici dell’educazione prevedono che ad ogni azione, gesto, parola gentile nei nostri confronti corrisponda un ringraziamento. E perché questa norma venga rispettata il più possibile, si cerca di instillare l’abitudine fin da quando si è piccoli, in modo che la parola “grazie” venga pronunciata istintivamente, come un riflesso incondizionato.

 

Vuoi saperne di più riguardo l'Inbound Marketing? 
Scarica subito la nostra guida gratuita!

 

Per quanto inflazionato, questo termine non il significato e il valore che veicola; questo è tanto vero nella vita quotidiana quanto nel marketing online. Avete dato un’occhiata alle vostre pagine di ringraziamento di recente? Se la risposta è no, allora dovreste farlo.
Sebbene la maggior parte delle aziende non presti molta attenzione, questa categoria di pagine è qualcosa di più di un semplice punto di arrivo del processo di vendita, in cui salutare cordialmente il lead o il cliente. Questo perché un grazie non implica per forza un “e arrivederci”, ma dovrebbe provare a trattenere il ricevente vicino alla vostra azienda. In poche parole, invece che dire “grazie, alla prossima”, la pagina dovrebbe dire “grazie e resta con noi. Cos’altro possiamo fare per te?"

Molte delle pagine esistenti risultano troppo disordinate, altre, al contrario, troppo spoglie. Ecco allora alcuni semplici suggerimenti per trovare il giusto equilibrio per la vostra pagina di ringraziamento.

1. L’Offerta

Questo può sembrare fin troppo scontato, ma forse non lo è. Una volta che un utente riempie un modulo online con i propri dati, si aspetta di essere rimandato a una pagina che gli propone esattamente ciò che gli era stato promesso. Anche il più leggero dei fraintendimenti può incrinare il rapporto di trasparenza e fiducia che si stava creando tra lui e voi. Quindi, in cambio di informazioni utili, assicuratevi di corrispondere quanto pattuito.

2. Immediatezza

Chi visualizza la pagina di ringraziamento dovrebbe essere messo in condizione di trovare subito l’offerta desiderata e, se ciò vi richiede l’inserimento di una grossa freccia colorata al lato del link, allora fatelo. Uno dei modi più sicuri consiste nel creare un pulsante grande e appariscente che dica “Scarica (qui)”. Non c’è bisogno che lampeggi o brilli, l’importante è che risalti rispetto al resto. L’immediatezza è essenziale: non riuscire a trovare subito il pulsante desiderato potrebbe spingere i visitatori a desistere e abbandonare il vostro sito.

3. I contenuti

La pagine dovrebbe includere delle informazioni relative al prodotto che si sta per scaricare o acquistare. Questo serve a confermare nuovamente che nel passaggio da landing page a pagina di ringraziamento l’offerta non è cambiata, così da non confondere l’utente.
Può succedere che alcuni visitatori compilino il form senza effettivamente controllare l’entità dell’offerta. Allora aggiungere due parole sui contenuti inclusi non può che rassicurare il consumatore e spingerlo definitivamente a cliccare sul link.

4. Semplicità

Nonostate finora si sia parlato di aggiungere frecce, pulsanti, dati, informazioni, la pagina non deve risultare troppo affollata e complicata. La semplicità paga.
Per esempio, se l’oggetto dell’offerta è un ebook, non è necessario riassumerlo nella pagina; due righe di introduzione e, al limite, un elenco puntato con i temi principali è più che sufficiente.

5. CTA Intellgenti

Le CTA Intelligenti sono un ottimo strumento per far avanzare il consumatore al livello successo del ciclo d’acquisto. Se avete appena proposto un ebook sui social media, potreste allegare sulla pagina di ringraziamentouna call-to-action che invita a scaricare qualcosa di correlato al mondo dei social.
In questo modo, mantenete l’utente coinvolto e interessato al vostro brand. In un’ottica più ampia, si tratta di un graduale processo di formazione del vostro lead, così da farlo procedere all’interno dell’imbuto.

6. Email

Inviate anche una email di ringraziamenti per assicurarvi che l’utente abbia ricevuto l’offerta in questione e che non ci sia stato nessun problema. Valutate la possibilità di segmentare le vostre liste di contatti, così potrete inviare dei contenuti aggiuntivi diversi in base all’offerta scelta. Questo, inoltre, renderà la vostra email di ringraziamenti ancora più personalizzata.

7. Social

Includete delle icone e dei collegamenti ai principali social network tramite i quali gli utenti possono condividere con le proprie cerchie di amici ciò che hanno appena acquistato o scaricato. Se un utente è soddisfatto, avrà sicuramente voglia di farlo sapere. Ovviamente, i link condivisi dovranno rimandare alla pagina dell’offerta e non a quella dei ringraziamenti; altrimenti finirete con il regalare i vostri materiali senza ottenere informazioni preziose in cambio, che è ciò che alla fine conta di più.

In conclusione, le pagine di ringraziamento non sono semplice cortesia, ma costituiscono un valido strumento per rinsaldare il rapporto esistente tra l'azienda e l'utente. Richiedi una consulenza gratuita con un nostro esperto cerficato

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?