Come promuovere i tuoi contenuti sui social media

SOCIAL MEDIA | ATTRAI
Come promuovere i tuoi contenuti sui social media

Nell’Inbound Marketing arriva sempre il momento in cui ti trovi a porti domande su come promuovere i tuoi contenuti sui social media e quali sono le migliori strategie da mettere in atto. Questo perché il social media marketing ha un’importanza cruciale per il tuo business. 

Ma non basta più sbarcare sui social network e stare ad aspettare, bisogna essere attivi e proporre contenuti intelligenti che interessino, attraggano e, soprattutto, informino.


 

Per usare i social nel migliore dei modi ti serve un calendario editoriale.

Scopri come crearne uno nella nostra guida gratuita! 

 


Usare un social network significa, quindi:

  • avere un profilo completo, ricco di informazioni per essere sempre raggiungibili in ogni momento, ben curato anche nell’aspetto grafico con header e foto profilo significative e riconoscibili;
  • contenuti aggiornati e ben studiati per il tuo pubblico;
  • interazioni quotidiane con chi ti fa domande, ti scrive un messaggio o un commento.

Avere un profilo sui social network implica una cura quotidiana in maniera che il pubblico percepisca non solo l’aspetto dei contenuti, fondamentale, ma anche l’impegno e la serietà con cui te ne occupi. E questo è un toccasana per la brand awareness della tua azienda. Ciascun canale social ha, però, un proprio linguaggio, meccanismi ad hoc e persino orari precisi per il picco di attenzione e interazioni. Preoccupati, quindi, di scegliere i canali più adatti alla tua comunicazione e poi comincia a postare tenendo conto delle peculiarità di ognuno di essi.

In generale la missione è creare dell’engagement con i tuoi contenuti, che siano questi sulla piattaforma social in uso o condivisi dal tuo sito internet o dal tuo blog aziendale. Engagement significa coinvolgimento, ovvero creare un rapporto vero e proprio con i follower, prendersi cura di loro, in un certo senso, condividendo ciò che cattura la loro attenzione e risolve i loro problemi. Inoltre bisogna essere sempre pronti a ricevere commenti e messaggi, rispondendo tempestivamente. I legami così costruiti vanno poi mantenuti, offrendo ai follower sempre un motivo per cui interagire col tuo brand e parlare di ciò che lo riguarda.

 

Quali contenuti condividere

Supponi allora di aver scelto le piattaforme social che sono giuste per la tua azienda tra Facebook, Twitter, Instagram, LinkedIn, Google+, solo per menzionare le più diffuse. La prima domanda da porsi è: come si pubblica sui social network? Le possibilità sono diverse. Puoi scegliere di elaborare un piano editoriale preparato con anticipo i cui contenuti possono essere quelli che hai creato sul tuo sito web aziendale o nel blog. Condividi i link che riportano a queste fonti di informazione, facendo attenzione ad avere una foto d’anteprima non solo accattivante, ma che sia anche nel formato giusto.

Puoi anche scegliere di creare dei contenuti che siano fatti apposta per la piattaforma, come i video informativi che riscuotono tanto successo su Facebook. Ma anche immagini interattive: prova per esempio a prendere in considerazione una gif, un particolare formato di immagini in movimento.

Ed ecco, allora, che ci si pone una ulteriore domanda, ancor più specifica: cosa bisogna pubblicare sui social network in maniera da avere il maggior engagement possibile? Innanzitutto testi curati, ben scritti e ricchi di informazioni e che siano comodamente consultabili da ogni device usato dall’utente: pc, smartphone o tablet che sia. Cura i testi di lancio dei tuoi link, fai attenzione al linguaggio che usi. Bene essere informali, ma mai buttarla sul simpatico nei momenti meno opportuni. Fanno parte dei testi anche i commenti e le risposte che dai: sii sempre professionale e disponibile, caratteristiche imprescindibili per promuovere la tua azienda sui social network.

All’occorrenza, e con l’aiuto di esperti del settore, valuta anche la possibilità di trasformare i tuoi contenuti in oggetti grafici interattivi quali video o infografiche. Realizza, quindi, video che presentino il business o alcuni aspetti di esso, mostra il dietro le quinte del tuo lavoro se lo ritieni opportuno e promuovi con i giusti toni la tua policy aziendale. Discorso a parte per le infografiche: fai in modo che siano belle, professionali, ma con un tocco accattivante. In conclusione, qualsiasi supporto tu scelga, il messaggio di fondo deve essere sempre chiaro. Se poi questo messaggio è anche bello da vedere, beh, è un grande vantaggio da non sottovalutare mai.

Uno dei segreti più importanti del come promuovere i tuoi contenuti sui social media sta proprio nei piccoli dettagli: fai in modo che ci siano sempre delle news o argomenti da condividere e che tutti coloro che scelgono di seguirti sui social network abbiamo un valido motivo per farlo. Dai ai tuoi follower news in anteprima, offerte esclusive, dettagli nascosti ai più. Insomma, crea una community intorno al tuo brand e dai a questo gruppo accesso privilegiato al tuo business: non te ne pentirai.

 

La quantità e la frequenza

Ma ecco l’altra domanda che tutti si pongono: se voglio promuovere i miei contenuti sui social network quando devo postare? E ogni quanto? Non c’è una formula magica che risponda a queste domande, ma ci sono delle strategie da elaborare in proposito. Innanzitutto, ogni social network ha delle fasce orarie predilette: ci sono tabelle online che danno consigli utili sul tema. Nel caso di Facebook e Twitter, per esempio, ci sono statistiche precise basate proprio sulle tue attività e sulla risposta che hanno ottenuto nel tempo. Consulta quindi periodicamente queste statistiche, che trovi sotto la voce analytics, e privilegia le fasce orarie che ricevono più risposta.

Per quanto riguarda l’altro aspetto, la frequenza di pubblicazione, sappi che dipende dal business e dal tipo di messaggi e notizie che hai bisogno di comunicare. Come regola generale, è sempre meglio non esagerare, soprattutto su social network come Facebook e Instagram, dove la possibilità di diventare spam è molto alta e rischi penalizzazioni dell’algoritmo che non consentiranno a molti di vedere ciò che posti. Ma la situazione si ribalta su Twitter dove, anzi, una maggiore interazione e frequenza di post è auspicabile. Di sicuro è necessario trovare una frequenza costante di post social, in modo che i profili siano aggiornati in maniera regolare. Prova a studiare un piano editoriale per ciascun profilo: il lavoro di pubblicazione sarà molto più snello, efficace e controllabile in termini di risultati.

 

New Call-to-action

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?