Come un’impresa manifatturiera può aumentare le visite al sito web

WEB SITE | ATTRAI | MANIFATTURIERO
Come un’impresa manifatturiera può aumentare le visite al sito web

Un’azienda manifatturiera che vuole aumentare le visite al sito deve tenere in considerazione che ci troviamo in un’era dove la comunicazione passa per una molteplicità di canali.

È molto importante saper gestire ognuno di essi con grande competenza al fine di reindirizzare gli utenti all’obiettivo finale, il sito.

 

Abbiamo realizzato un rapido test per capire il livello della presenza on line della tua azienda e una procedura guidata per riuscire ad ottimizzarla.

 

Ecco intanto alcuni consigli su come agire.

 

Dove e come

Pagine social, blog, e-mail: sono tanti i modi in cui si possono raggiungere i clienti e portarli a cliccare sul link del sito. È bene che la comunicazione sia integrata e coerente, così come anche interessante e catchy. Per ottenere un miglior risultato si consiglia di pianificare con anticipo, scegliendo con attenzione i canali e avendo la sicurezza di poterli curare tutti al meglio.

Un punto fondamentale dell’inbound marketing è che la comunicazione non ha come scopo finale la vendita, ma la creazione di una relazione di fiducia col cliente basata sulla trasparenza. Ogni atto comunicativo dovrà quindi tenere conto di questo.

 

Social

Ciascuno è diverso, ma tutti utili.

Condividere un contenuto o un’offerta sulle proprie pagine aziendali è un buon metodo per aumentare le visite al sito, ma vanno seguite delle norme di netiquette: evitare di imporsi prepotentemente nel feed dei follower con post troppo frequenti, e sopratutto non tentare di pubblicizzarsi in ogni momento.

La giusta via consiste nel trovare il target interessato al prodotto in base ai suoi interessi, e mettersi in dialogo con esso al fine di proporre soluzioni facili.

In questo modo, invece di risultare invasivi e ripetitivi, si dimostra di essere disponibili, esperti e pronti ad aiutare.

Nell’inbound marketing si punta ad avvicinarsi ad ogni cliente riconoscendone l’unicità e creando un legame di fiducia. Dialogare sui social è sicuramente un buon modo per raggiungere questo obiettivo.

 

Blog

Aprire un blog permette di postare articoli dove ci si mostra competenti nel settore in cui si opera, oltre a fornire agli utenti un servizio utile che possa supportarli nella scelta del prodotto o semplicemente informarli in maniera intrattenente.

L’importante è essere diretti e concreti: che legge spesso ha poco tempo e vuole trovare in fretta ciò che cerca. 

Tra le regole d’oro per carpire e mantenere l’attenzione del cliente spiccano la divisione in paragrafi, la generale brevità del testo, l’uso del grassetto e del corsivo per le parole chiave e l’inserimento link che completino le informazioni fornite, oltre ovviamente la pubblicazione regolare e di qualità.

Per garantire una maggiore fruibilità dei contenuti è anche possibile creare infografiche che esprimano i concetti in maniera visiva ed immediata.

Se il testo viene apprezzato aumenterà le condivisioni e le views del sito, scalando anche l’indice di Google verso i primi risultati della ricerca.

 

Youtube

Una tecnica efficace per farsi trovare dai potenziali consumatori è la creazione di video originali da postare su Youtube.

I contenuti anche in questo caso devono essere utili e informativi, ma grazie al format del video è possibile presentarli in maniera ancora più accattivante e diretta. 

Un video può mirare a presentare un prodotto o un progetto dell’impresa. Inoltre su Youtube negli ultimi anni si è assistito ad un boom dei video tutorial, che spiegano come utilizzare un prodotto o come risolvere un problema.

Iniziando a realizzare questo tipo di contenuti si offre un servizio gratuito, apprezzato e molto ricercato dai consumatori, che quindi hanno più probabilità di aprire il sito per approfondire il tema e trovare altri suggerimenti.

I video si prestano bene anche ad essere condivisi sui social, dove attirano l’attenzione del consumatore meglio che un testo.

 

DEM

Una campagna DEM è un buon metodo per pubblicizzare il sito tra i clienti.

Avendo dato la loro disponibilità a ricevere e-mail da parte dell’azienda, le persone iscritte alla newsletter sono probabilmente interessate a quello che l’impresa vuole raccontare. 

Questo pone le basi per poter comunicare in maniera personalizzata ai vari profili che si individuano nella lista clienti.

Adattando lo stile comunicativo, inoltre, si hanno più probabilità di venire notati e di suscitare interesse, e conseguentemente di aumentare le visite al sito.

Per una maggiore efficacia è ovviamente consigliabile inserire il link del sito nella testo dell’e-mail, invitando a cliccarvi sopra.

Seguendo questi consigli con attenzione sarà possibile incrementare le visite al proprio sito aziendale.

Ognuno di questi mezzi deve però essere utilizzato con intelligenza e costanza. Inoltre è fondamentale che i vari canali comunichino tra loro.

Ad esempio, un video di Youtube può essere condiviso su Facebook, mentre sul blog sarà importante inserire le icone che indirizzino alle diverse pagine social.


Se hai apprezzato i nostri consigli su come aumentare le visite al sito, scarica gratuitamente i nostri materiali appositamente studiati per le aziende del settore manifatturiero.

Download our free ebook

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?