Come aumentare il traffico del sito

ATTRAI
Come aumentare il traffico del sito

Nell’era digitale è fondamentale prendersi cura della presenza online della propria impresa. Lo si fa per stare al passo coi tempi, ovviamente, ma lo scopo principale è quello di raggiungere un pubblico sempre più vasto che possa trasformarsi in un bacino di nuovi clienti. Una volta stabilito questo, le domande più frequenti sono:

Abbiamo scritto una semplice guida per aiutarti ad elaborare una strategia inbound perfetta. Scaricala gratuitamente qui!

Il sito 

Andiamo con ordine: un’azienda ha bisogno di creare uno spazio virtuale in cui racconti vision, mission e prodotti. Secondo questa logica il sito web è un biglietto da visita a cui fanno da corollario i profili sui social network. In quanto tale, un sito web deve, quindi, essere chiaro, ben organizzato, informativo e sempre accessibile per gli utenti, qualsiasi sia il device o il motore di ricerca utilizzato. Il primo passo per garantirsi un aumento del proprio traffico è partire da un sito che risponda a queste caratteristiche e che segua regole precise per la sua struttura e l’usabilità.

Un maggiore traffico implica che chi ti conosce già torni regolarmente a farti visita, ma anche che il tuo business possa essere trovato da nuovi utenti e potenziali clienti, quello che in termini tecnici è il risultato di un’attività di inbound marketing.

 

La SEO e la SEM

Ma come ci si assicura che il sito sia ben visibile in tutti i motori di ricerca? Considera Google, il motore più diffuso, che ha precisi algoritmi per premiare, con un buon posizionamento, i siti ritenuti più pertinenti per una determinata ricerca. Di solito questo succede a siti dinamici, sempre ben aggiornati e con un uso intelligente delle parole chiave.

Le attività di Search Engine Optimization (più comunemente chiamato SEO) sono mirate proprio a questo. Si scelgono le parole chiave correlate al business e si fa in modo che alla ricerca di tali keyword corrisponda subito il nome della tua azienda e il suo sito web. Le attività di ottimizzazione SEO, quindi, mirano a mostrare il tuo sito nella prima pagina dei risultati di una comune ricerca, le cosiddette organiche. Viene da sé, allora, che le attività SEO vanno a braccetto con quelle specifiche sui contenuti del tuo sito.

Ma una volta assodata la forma e le parole chiave, come assicurarsi testi sempre aggiornati? Semplice, basta un blog aziendale con nuovi post pubblicati a cadenza regolare, che siano una risorsa utile ai lettori per trovare risposte ai loro dubbi e curiosità.

Al SEO si può affiancare il Search Engine Marketing, il cosiddetto SEM, cioè le vere e proprie sponsorizzazioni su Google. Si investe su determinate parole chiave associando a queste le attività della tua azienda. Tutti coloro che le cercheranno su Google troveranno il tuo annuncio in alto in bella vista e potranno approdare sul sito dell’azienda. Ovviamente è cruciale la scelta di queste keyword: non devono essere generiche o, al contrario, troppo complesse e specifiche altrimenti risultano inefficaci.

Anche i link hanno un ruolo nell’aumento del traffico verso un sito web: lo scambio link con i partner e altre realtà legate all’azienda può servire a migliorare la reputation per Google e la posizione del tuo sito negli esiti di una ricerca organica.

 

Social media ed email

Ma fanno la loro parte anche i social network: assicurati che sui profili social che i tuoi potenziali clienti (buyer personas) usano più spesso vengano condivise regolarmente news, blog post, immagini o precise sezioni del sito. Insomma, condividi sempre tutto ciò che può interessare i tuoi lettori e che li porti ad esplorare il sito per reperire le informazioni che cercano.

Nel caso tu stia pensando di avviare, poi, attività di email marketing, ricorda di abbinare contenuti speciali e attrattivi che rimandino al sito web e ad una landing page efficace e chiara per ogni call-to-action.

 

Conclusione

Ogni volta che ti chiederai come aumentare il traffico del sito ricorda sempre che è necessaria un’azione integrata su più fronti che dovrai tenere sempre a mente:

- SEO

- Content marketing

- SEM

- Email marketing

- Link building

- Social media marketing


Una volta attuata la tua strategia, infine, monitora sempre i risultati con Google Analytics apportando, eventualmente, gli opportuni aggiustamenti per far sì che i tuoi sforzi siano indirizzati nella direzione giusta, ossia verso la soddisfazione delle tue buyer personas.

Download our free ebook

  • Commenti

Vuoi ricevere i nostri aggiornamenti?