HubSpot integrations: semplificare e migliorare i processi con le integrazioni

HUBSPOT
HubSpot integrations: semplificare e migliorare i processi con le integrazioni

In linea generale, quando si cerca una nuova piattaforma per il proprio business, siamo sempre attratti dal mito dell’all-in-one; una soluzione, quindi, che comprenda quante più funzionalità possibili all’interno di un unico ambiente. Ma cosa succede se questo non è in grado di integrarsi e dialogare con gli altri software già in uso?

L’importanza di lavorare con un ambiente aperto

Non parliamo di corretta aerazione degli ambienti, bensì di software: un ambiente chiuso, incapace di dialogare con altri programmi, è sicuramente un limite.

Ogni azienda è un business liquido, mai identico a se stesso: proprio come un essere umano, le sue esigenze cambiano nel corso del tempo.

Da bambino ti basta un cucchiaio di gomma per mangiare la minestrina, da adulto quel cucchiaio diventa più grande, di acciaio e si unisce a forchetta e coltello.

La stessa cosa succede con lo sviluppo di un’azienda: magari all’inizio sfrutti la versione base di un software di contabilità per il bilancio di fine anno, poi il business si amplia e il piano basic si trasforma in professional. A questo si aggiungono altri strumenti: piattaforme per la gestione del personale, il CMS per il proprio sito…

Le opzioni che abbiamo sono due: utilizzare gli strumenti separatamente come il cucchiaio e la forchetta, oppure unire le loro forze e utilizzarli insieme come forchetta e coltello. Il secondo caso rappresenta l’ambiente aperto: un software in grado di dialogare con gli altri strumenti presenti in azienda.

Arrivati a questo punto è chiaro che l’unione fa la forza: con coltello e forchetta possiamo arrivare a mangiare cibi che sarebbe impossibile raggiungere con uno solo dei due strumenti. La stessa cosa vale per i software: integrare tra di loro i sistemi in utilizzo ci permette di potenziare i risultati raggiungibili.

 

Vuoi scoprire tutte le feature di HubSpot? Attiva oggi la versione Free! Clicca  qui

 

HubSpot come software all-ON-one

Lasciandoci alle spalle racconti di coltelli. forchette e cucchiai, parliamo di HubSpot: questo software è nato sotto il segno dell’all-in-one. Con i suoi quattro HUB - Marketing, Sales, Software e CMS - avrebbe tutte le carte in regola per chiudere le porte del suo regno e vivere come Stato indipendente.

Tuttavia, perché limitare le funzioni quando con poche integrazioni HubSpot si trasforma in un essere ancora più potente? Ecco che da software all-IN-one, HubSpot è diventato all-ON-one con l’obiettivo di espandere le proprie potenzialità e ampliare la cerchia di applicazioni e sistemi con cui è possibile fare delle integrazioni.

 

Le migliori HubSpot Integration per il marketing

Con cosa potenziare HubSpot se si lavora nel team marketing? Ecco qualche suggerimento.

 

Mailchimp

Tantissime aziende utilizzano Mailchimp come e-mail provider. Se l’intenzione è quella di continuare a utilizzare questo strumento, sappi che è possibile integrarlo con HubSpot.

Tra i vantaggi offerti da questa combo, troviamo il sync automatico del contatti tra i due tool: da un lato è possibile creare liste di invio su Mailchimp basandosi sui dati di conversione forniti da HubSpot, dall’altro è possibile tracciare le attività del contatto su Mailchimp all’interno del CRM HubSpot.

 

Shopify

Chiaramente HubSpot non è una piattaforma eCommerce, ciò non significa che non possa essere utilizzata per migliorare le performance dello shop online. Grazie all’integrazione HubSpot-Shopify è possibile sincronizzare i dati legati all’esperienza di acquisto all’interno del CRM quali: contatti, ordini, prodotti, valore dell’ordine e molto altro.

Sulla base dei dati acquisiti dall’eCommerce è possibile creare liste di contatti o trigger per campagne di email automation.

 

Lucky Orange

All’interno di HubSpot abbiamo una reportistica che ci consente di analizzare le performance delle pagine, tuttavia esistono degli strumenti per analizzare heatmap e clickmap. Tra i tanti, abbiamo scelto di parlarvi di Lucky Orange.

Tra i tanti vantaggi di questo binomio vincente, troviamo la possibilità di tracciare e registrare ogni interazione dei contatti sul tuo sito all’interno del CRM. Inoltre, è possibile visualizzare le mappe di navigazione e verificare i maggiori punti di interesse per gli utenti: un ottimo modo per mettere in atto una strategia di Growth Driven Design.

 

Le migliori HubSpot Integration per il team vendite

Con cosa potenziare HubSpot se si lavora nel team sales? Ecco le integrazioni più rilevanti per noi.

 

Slack

Slack è un software di collaborazione aziendale, un po’ come Microsoft Teams o Google Chat.

Grazie all’integrazione è possibile creare un task o aggiungere un ticket su HubSpot direttamente da Slack e collegarlo ad uno specifico contatto, company o deal.

Le conversazioni, inoltre, vengono sincronizzate: puoi impostare le notifiche per essere avvisato ogni volta che qualche contatto ti scrive sulla live chat del tuo sito, ad esempio.

Per conoscere tutte le feature dell’integrazione HubSpot-Slack, visita l’HubSpot Integrations Store.

 

Client Email

Ogni azienda ha il suo client di posta elettronica: c’è chi usa Gmail, chi usa Outlook… le possibilità sono pressoché infinite. Ecco perché HubSpot offre la possibilità di integrare la piattaforma con i mail client più diffusi e utilizzati nel mondo.

Grazie a questa combinazione è possibile sincronizzare tutte le mail all’interno del CRM HubSpot: in questo modo potrai avere sempre a disposizione tutte le conversazioni avvenute tra te e un qualsiasi contatto. Un’ottima maniera per offrire una customer experience personalizzata.

 

Salesforce

Uno dei più importanti e diffusi CRM non poteva non avere una sua integrazione nativa con HubSpot! Grazie a questo binomio è possibile migliorare la produttività del team vendite grazie all’impostazione di alert basati su eventi quali: apertura delle mail, form submission, attività sul sito (ad esempio se il contatto visita pagine specifiche) e molto altro ancora. Il tutto per poter regalare un’esperienza di acquisto tailor-made.

Grazie al lead scoring di HubSpot, inoltre, si può determinare la priorità dei lead Salesforce: in questo modo il team vendite potrà concentrarsi sui contatti più caldi ed evitare di perdere tempo con quelli ancora freddi.

 

Le migliori HubSpot Integrations per il customer service

Con cosa potenziare HubSpot se si lavora nel servizio clienti? Ecco le integrazioni più utili.

 

SurveyMonkey

Vuoi conoscere l’opinione dei tuoi clienti e contatti in modo approfondito? L’accoppiata SurveyMonkey - HubSpot è ciò che fa per te. Crea sondaggi accattivanti con il primo, condividi i risultati con il secondo: il risultato è un CRM completo in cui all’interno di ogni contatto possiamo visualizzare le sue risposte ai nostri quesiti.

Chiaramente questo è fondamentale nel momento in cui dobbiamo cercare di capire perché un cliente non è rimasto soddisfatto del nostro servizio o nell’attimo in cui vogliamo intavolare una conversazione con un’opportunità.

 

Facebook Messenger

Esistono così tanti strumenti per comunicare che perdere pezzi per strada è davvero facile: ecco perché nasce l’integrazione tra Facebook Messenger e HubSpot. Sincronizza le conversazioni avvenute sui social con il CRM HubSpot e tieni traccia completa della relazione tra il tuo business e ogni singolo contatto.

Oltre a questo vantaggio, è possibile creare all’interno di HubsSpot dei chatbot da implementare su Facebook Messenger. In questo modo potrai automatizzare le risposte alle domande più frequenti e ottimizzare l’efficienza del team customer service.

Eccoci arrivati alla fine di questa carrellata sulle integrazioni di HubSpot. Questo, naturalmente, non è l’elenco completo. Puoi scoprire tutte le altre app, cliccando qui.

Vuoi iniziare ad approfittare dei vantaggi di un software all-ON-one? Attiva oggi HubSpot gratuitamente cliccando qui sotto!

New call-to-action

  • Commenti

Ricevi i nostri articoli via e-mail